MASTOPLASTICA ADDITIVA TRANSASCELLARE

Mastoplastica additiva transascellare - Introduzione

La mastoplastica additiva transascellare è una metodica chirurgica volta ad ottenere l'ingrandimento del seno attraverso una incisione localizzata a livello del pilastro ascellare anteriore. Una incisione ben occultabile che non lascia alcuna cicatrice evidente nella regione mammaria. La mastoplastica additiva transascellare costituisce un approccio ampiamente descritto nella letteratura scientifica   ed è praticato da chirurghi plastici di tutto il mondo. Prima di decidere per una procedura particolare di aumento del seno, è bene conoscere i pro e i contro di ciascun metodo e poi prendere una decisione informata sulla base dei fatti.

Cosa è la mastoplastica additiva transascellare

Questa procedura chirurgica utilizza un'incisione collocata sulla linea del pilastro ascellare anteriore. L'area che contiene la ferita chirurgica non viene normalmente esposta, quindi la cicatrice sarà ben nascosta salvo un attento esame. Una cicatrice ben posizionata non sarà evidente anche se guardata direttamente, dal momento che è spesso scambiata per una comune plica cutanea.Questo approccio è preferito da molti chirurghi e proposto per questo alle pazienti, consentendo di ovviare all'impatto negativo di una cicatrice in un'area visibile.

Mastoplastica additiva transascellare - Intervento

Il posizionamento delle protesi mammarie attraverso l'ascella è una procedura chirurgica che richiede tempo e pazienza, nonché specifiche conoscenze anatomiche della regione ascellare. Dopo il disegno della regione mammaria della paziente con una penna chirurgica, allo scopo di delineare la posizione delle nuove protesi mammarie, il chirurgo anestetizza il paziente in posizione supina. Piccole incisioni verranno effettuate nell'ascellare attraverso cui vengono inserite le protesi mammarie. Sono necessarie piccole incisioni per le protesi mammarie saline perché vengono inserite nel corpo piegate e vuote. Le protesi al silicone richiedono una incisione più grande dal momento che queste sono preriempite con il gel di silicone. Il chirurgo utilizza in genere la dissezione per via smussa allo scopo di creare una tasca nella quale l'impianto venga posizionato. Tale tasca può essere effettuata nel piano sottoghiandolare, o in quello sottopettorale. Molti chirurghi utilizzano un endoscopio durante questa procedura per aiutare a visualizzare il campo operatorio e la formazione della tasca protesica. Una volta che l'impianto è stato posizionato, la ferita chirurgica viene chiusa, con ulteriore particolare cura per evitare una cicatrice evidente sulla cute.

Mastoplastica additiva transascellare - Consigli

La procedure transascellare è una ottima scelta per le donne che vogliono assolutamente evitare cicatrici in regione mammaria. L'aumento del seno per via trans ombelicale è il metodo migliore per evitare una cicatrice visibile, ma è praticabile solo utilizzando protesi saline. L'impianto delle protesi mammarie con metodo transascellare può invece essere realizzato utilizzando protesi in gel di silicone, il che lo rende il metodo perfetto per le donne che scelgono il silicone ma non vogliono rischiare di avere le cicatrici associate alle incisioni periareolari o sottomammarie. Parlate con il vostro chirurgo estetico per scoprire se il posizionamento transascellare delle protesi al seno è l'opzione giusta per voi e soddisfa le vostre aspettative.

Informazioni Utili

Contatta dr. Dauro Reale Foto prima e dopo Costo intervento

Fine Pagina

 
Sedi Milano, Trento

I campi nome, email, messaggio e privacy sono richiesti

MESSAGGIO RAPIDO