AUMENTO SENO: MASTOPLASTICA ADDITIVA

Introduzione

La bellezza del seno femminile trova il suo vero significato nell'armonia di forma e volume. Di solito, le donne insoddisfatte relativamente alla forma, al tono ed alle dimensioni del loro seno per motivi vari, quali la perdita di volume e tono dopo la gravidanza, la forma, definitasi nello sviluppo o a seguito di un altro intervento chirurgico al torace  o alla regione mammaria, ricercano attraverso l'aumento del seno di correggere e migliorare il loro stato fisico. Infatti, la mastoplastica additiva è l'intervento chirurgico attraverso il quale è possibile aumentare la dimensione, il tono e ridefinire la forma del seno. La nostra esperienza ha dimostrato che si tratta di una delle operazioni di chirurgia estetica più riuscite e gratificanti.

La mastoplastica additiva è una procedura elettiva di chirurgia estetica che attualmente utilizza gli impianti in gel di silicone altamente coesivo. Normalmente i tempi dell'intervento chirurgico si aggirano intorno ad 1 ora. In alcuni casi specifici, può richiedersi un tempo operatorio lievemente maggiore.

Prima di sottoporvi all'intervento è importante che valutiate con attenzione i benefici e le possibili complicanze legate all'impianto delle protesi mammarie. Informiamo sempre le nostre pazienti circa la natura e l'effetto previsto dal trattamento di chirurgia estetica che proponiamo loro, compresi i rischi significativi e le complicazioni possibili. Tutti i pazienti dovranno firmare un modulo di consenso che conferma la piena comprensione di tutto quanto è inerente alla procedura indicata. Inoltre,  tutti i pazienti verranno forniti di adeguate istruzioni post-terapia. Informazioni più dettagliate possono essere trovate di seguito.

L'intervento di mastoplastica additiva in Italia e nel resto del mondo è nato molti anni fa. A partire dagli anni 20, vennero fatti i primi tentativi chirurgici attraverso l'iniezione di tessuto adiposo autologo nel seno.

Leggi tutto...

L' aumento del seno, come qualsiasi trattamento di chirurgia estetica, è una procedura invasiva. Eseguita in anestesia generale, in regime di day hospital o con una notte di ricovero in clinica, richiede una adeguata preparazione, seguendo le istruzioni specifiche delineate durante la consultazione dal vostro chirurgo plastico per gli interventi di chirurgia estetica.

Leggi tutto...

Vi sono ampie discussioni riguardo ai vantaggi delle protesi mammarie in gel di silicone a confronto con le protesi mammarie a contenuto salino, che hanno lasciato molte donne un po' confuse su quale tipo di impianto sia loro più idoneo.

Leggi tutto...

L' aumento del seno può migliorare l' autostima e l'aspetto estetico, ma non necessariamente lo cambia in modo da renderlo uguale all'ideale prefigurato nella mente della paziente, né comporta inevitabilmente che altre persone si relazionino a voi in modo diverso rispetto a prima.

Leggi tutto...

L'intervento di aumento del seno è una procedura chirurgica relativamente semplice. Ma come per ogni operazione, vi sono rischi e complicanze associate.

Il problema più comune, la contrattura capsulare, si verifica se...

Leggi tutto...

Il candidato ideale

Le candidate ideali per l'intervento di mastoplastica additiva sono donne:
• diciottenni o più adulte
• non in gravidanza o in allattamento (almeno 6 mesi dopo l'allattamento)
• fisicamente e mentalmente sane
• non soddisfatte per le dimensioni del loro seno
• con aspettative realistiche riguardo ai risultati raggiungibili
• che richiedono questo intervento per la prima volta

L' operazione di aumento del seno comporta alcuni rischi e complicanze ad essa associati. Questa sotto sezione non è destinata a spaventarvi, dal momento che tutti i rischi e le complicanze sono estremamente rare

Leggi tutto...

Intervento chirurgico

In generale, la procedura chirurgica di mastoplastica additiva viene eseguita in anestesia generale, e richiede circa un' ora di sala operatoria per essere portata a termine. Una protesi di silicone viene quindi posta in posizione sottoghiandolare o sottomuscolare, dopo aver praticato un'incisione nel solco mammario o in sede periareolare inferiore. L'incisione è di solito da 4 a 5 cm di lunghezza. A seconda della raccomandazione del chirurgo e dell'anatomia del seno, l'impianto della protesi in silicone, nonché il posizionamento di essa, varierà a seconda di ogni paziente.

mastoplastica additiva incisioni

Il complesso ghiandolare adiposo viene sollevato e direttamente preparata la tasca in sede sottoghiandolare (mastoplastica additiva sottoghiandolare), oppure viene isolato il muscolo pettorale, sollevato dal torace e ivi preparata la tasca protesica (mastoplastica additiva sottomuscolare). Quindi, la protesi viene inserita nella tasca centrata sotto i capezzoli, creando un aspetto naturale. Infine, l'incisione viene cucita e chiusa.

Post operatorio

Il tempo di recupero varia a seconda della reattività personale, ma è comune che i pazienti siano in grado di tornare al lavoro entro 10 giorni dall' intervento. è normale che le donne, dopo un intervento chirurgico di mastoplastica additiva, spesso sentano una maggiore sensibilità in tutta l'area del seno per qualche settimana. Evitare il contatto fisico diretto per minimizzare il rischio di trauma e il fastidio durante il periodo di guarigione. Dopo circa due o tre settimane il gonfiore e il disagio spariranno gradualmente. Dopo due settimane, il contatto fisico con i seni è accettabile.

Tutte le donne che si sono sottoposte ad un intervento di mastoplastica additiva dopo i 40 anni dovrebbero pianificare mammografie di routine.

Mastoplastica additiva retro ghiandolare e retro muscolare

L' aumento del seno di solito è il trattamento più gratificante tra gli interventi di chirurgia estetica. Chiaramente l'autostima della donna potrebbe accrescersi notevolmente. La procedura di valorizzazione del seno esiste sin dall'inizio del XX secolo; essa comporta l'impianto di una protesi di silicone al di sotto della ghiandola mammaria o sotto il tessuto del seno, al di sotto del muscolo pettorale. L'impianto sottoghiandolare (davanti al muscolo) era il metodo originale usato nella chirurgia del seno. Recentemente, tuttavia, è diventato molto meno comune. La posizione sottoghiandolare sembra produrre un aspetto più naturale rispetto a quella sottopettorale (dietro il muscolo). I pazienti di solito necessitano dell'anestesia generale. La durata dell'operazione con metodica sottoghiandolare è più breve, in quanto nessuna incisione viene fatta nei muscoli del torace. Normalmente, le uniche incisioni fatte nel posizionamento sottoghiandolare riguardano la cute e il sottocutaneo, fino al raggiungimento del piano ghiandolare.

Protesi sottoghiandolare e protesi sottomuscolare

Si ritiene che il risultato estetico di una mastoplastica additiva con la tecnica del posizionamento sottoghiandolare crei una linea più attraente. Gli impianti possono anche essere esaminati più facilmente in quanto non sono parzialmente coperti dai muscoli, ma solo dal tessuto ghiandolare adiposo della mammella. è un fatto che il posizionamento sottoghiandolare non possa essere una opzione per le donne con seno piatto. A causa della mancanza di tessuto mammario, il contorno delle protesi mammarie sarebbe facilmente visibile e apparirebbe innaturale. Di conseguenza, il posizionamento sottomuscolare è l'opzione migliore per i pazienti con tale anatomia.

Le donne che intendono sottoporsi a questo tipo di operazione, devono essere preliminarmente esaminate da un chirurgo plastico. Infatti è importante determinare se la loro condizione mentale e fisica è consona a subire un intervento con le caratteristiche e le implicazioni della mastoplastica additiva.

Leggi tutto...

Informazioni Utili

Prenota visita
GRATUITA e SENZA IMPEGNO
Contatta dr. Dauro Reale Foto prima e dopo Costo intervento

Fine Pagina

 
Sedi Milano, Trento

I campi nome, email, messaggio e privacy sono richiesti

MESSAGGIO RAPIDO

Freccia blu: invito a spuntare la casella Privacy Leggi informativa Privacy
Promemoria sulla privacy di questo sito. Se non lo hai ancora fatto, leggi la nostra Informativa sulla Privacy allineata secondo il nuovo regolamento europeo GPDR.